Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 25/02/2018, 13:48



Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
 La quiete che uno cerca 
Autore Messaggio
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 07/06/2012, 18:06
Messaggi: 226
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
E chi cercherete mastro Erandir? Un volto tra mille volti sconosciuti? Tolta una ragnatela , poi ne verrà fatta un'altra... Ma tranquillizzatevi,finché non sarete troppo curioso non avrete problemi anzi, come vedrete ne trarrete solo giovamento. Voi e la popolazione della città.
Quanto ai servizi che il mio padrone presterà a chi si rivolgerà a lui...vi ripeto, non è l'utensile il problema...ma chi ne fa uso. Se i vostri cittadini sono tutte persone oneste di che vi preoccupate? In più meglio il mio padrone che la gilda degli assassini credetemi...

_________________
Alessandrus lo storico
Zed Turner . Il Decano
Cagliostro Trentalance
Giovanni Pallesi D'Altemura "il senzaschiena"
Loki . Primo Paladino del crepuscolo. PP .


09/01/2018, 2:37
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 28/04/2011, 15:18
Messaggi: 612
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
[ soundtrack:
https://youtu.be/1daGIebkZRc ]
L'arcanaspada si voltò con un ampio movimento vacendo volteggiare il suo nero mantello. Dopodichè mantenne lo sguardo sul suo interlocutore. I suoi occhi brillarono di un intensa luce arcana color azzurro e mentre parlava con una voce aggravata dal potere la poca luce dell'ambiente si affievolì, come se le ombre stesse fossero pronte a rispondere ai suoi ordini.

《Questo ragno dovrebbe stare attento a cosa pesca con la sua rete. Le vostre parole riguardo la Scuola non fanno altro che sottolineare la vostra ignoranza, l'inettitudine del vostro signore e il fatto che questo Ragno sappia molto meno di quel che dice di sapere. Ho come nemico la Scuola .Entrambe le parti ne sono consapevoli e hanno già fallito diversi tentativi di assassinarmi. La scuola mi ha distrutto, io sono già morto. E ciò che è morto non muore mai. Non c'è niente di più temibile di qualcuno che non ha nulla da perdere.
Con la Scuola non potrei avere nemico peggiore. Pensate che abbia paura di un ciarlatano come voi? È questo ragno che si sta mettendo sotto lo stivale, non avrà sottovalutato il mio potere ma sicuramente ha sottovalutato la mia intelligenza, e ha addirittura pensato di usare me e il mio potere come una delle sue tante pedine. Se mi avesse lasciato fare che differenza gli avrebbe fatto? Proprio nessuna. Quindi io penso che il motivo sia un altro e di conseguenza, penso che stiate, nonostante tutto, prendendomi per i fondelli.

Venite ad Osperdium, spiate, vendete i formazioni, seminate scompiglio fra la popolazione, rubate, fornite informazioni ai nostri nemici, mancate di rispetto ai diarchi , mi colpite alle spalle e danneggiate la mia immagine. Come diarca dovrei mettervi alla forca seduta stante, ma vi ho fornito la possibilità di farvi perdonare. E voi cosa fate? Continuate a raccontare STRONZATE sulla cortesia che mi avete fatto? E quale sarebbe di preciso questa cortesia? Dite che mi avreste scritto una lettera, ma non lo avete ancora fatto, e date invece più importanza alle vostre tasche commerciali. Oh vi assicuro, ho misurato molto bene le mie parole, non preso dalla rabbia, ma da freddo e brutale raziocinio e se siete riuscito a colpirmi è perché ero stremato dal dover difendere Osperdium e i suoi abitanti, ed è per questo che ora vi dico che il prezzo per farvi perdonare si è alzato di molto e se non lo farete entro un mese vi prometto che distruggerò l'immagine del vostro signore, vi farò pentire di avermi provocato a tal punto e piangerete ai miei piedi supplicando di potermi servire. E ora sparite, non solo alla mia vista, dileguatevi, prima che decida che quel mese è già passato.》


Dopodichè si voltò e l'ambiente tornò quello di prima, come pure il suo umore. Chi avesse visto la scena sicuramente dopo qualche minuto di riflessione poteva pensare di esser stato colto da un allucinazione.

_________________
Cornelio Mercèr, L'Arcanaspada
<<Conoscenza, forza e influenza, i tre aspetti della potenza>>


09/01/2018, 10:45
Profilo
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 07/06/2012, 18:06
Messaggi: 226
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
Come preferite Mercer...

La voce si paleso' in un altro luogo non meglio precisato del bosco oscuro.
Piu' distante.

Ricordatevi del vostro amico Zed Turner...La sua situazione non era cosi' dissimile dalla vostra pare...
L'accademia , la chiesa , i templari , la guerra contro Tarsis ed i nemici interni ...
Siete come un' isola , circondata da un mare di nemici e di insidie .
E la marea ,Mercer, si sta alzando contro di voi.

Guardatevi bene dal farvi anche solo un nemico in piu'. Tenetevi stretto gli amici , se ancora ne avete ,ed ancor piu' stretto colui che potrebbe , con uno sgambetto fatto al momento giusto ,da sotto il vostro stivale da gigante, farvi cadere ... O sorreggervi inaspettatamente ...
Arrivederci , ad entrambi. Ci si vede in giro , Diarchi, anche magari voi non vedrete me.
Entro un mese avrete cio' che avete chiesto.

_________________
Alessandrus lo storico
Zed Turner . Il Decano
Cagliostro Trentalance
Giovanni Pallesi D'Altemura "il senzaschiena"
Loki . Primo Paladino del crepuscolo. PP .


09/01/2018, 18:44
Profilo
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2017, 3:15
Messaggi: 155
Località: Padova
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
L'atteggiamento di quell'uomo lo aveva stancato. L'atteggiamento con cui egli parlava non gli andava per niente a genio, ma non aggiunse nulla, poiché Cornelio aveva già detto più che a sufficienza.

Con suo immenso fastidio notò che a tutti i costi voleva avere l'ultima battuta nel discorso.

"Interessante" disse tra sé e sé, mentre osservava l'ombra allontanarsi tra gli alberi.

_________________
Mastro Èrandir: "Sono certo che troveremo un accordo vantaggioso per entrambi."


Io: "Quanto abuso di colori vedo sul forum"


10/01/2018, 20:53
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 28/04/2011, 15:18
Messaggi: 612
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
Concedendosi un minuto per riprendere fiato, Cornelio si rivolse al fabbro


<< so che avete preso decisioni riguardanti i diarchi ...

Mastro Erandìr, io sono più che felice del fatto che vogliate occuparvi degli aspetti sociali della cittadella, tuttavia, preferirei essere consultato per le questioni di natura politica.

Che genere di accordi vorrebbero prendere i templari, ad esempio?>>


Cornelio, attese pazientemente una risposta, lasciando il tempo al fabbro di radunare le idee

_________________
Cornelio Mercèr, L'Arcanaspada
<<Conoscenza, forza e influenza, i tre aspetti della potenza>>


24/01/2018, 18:43
Profilo
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2017, 3:15
Messaggi: 155
Località: Padova
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
Il Diarca, una volta certo che il personaggio se ne fu andato, si rilassò e rispose tranquillo:

"La vostra presenza è stata inaspettata devo ammettere, ma in fin dei conti... gradita."

"Mi chiedete che genere di accordi vogliano prendere i templari? In realtà un po' ciò che tutte le associazioni, sante o meno che siano, vogliono ad Osperdium: potere ed influenza.
Avevo offerto loro una mano, in segno di gratitudine per il supporto che avrebbero dato ed avrebbero potuto in seguito dare alla reinstaurazione della cittadina, ma hanno provato a prendersi l'intero braccio e ora si trovano con una manciata di sabbia e null'altro...
"

"Voi forse conoscete già la Luogotenente Mantobianco... una persona ragionevole e di buon cuore a mia prima impressione. Anatoli invece, il loro commendadore, mi ha dato l'impressione di un infido doppiogiochista, un'estorsore... Sapete qualcosa in più su di lui?"

"Vorrebbero erigere una base militare all'interno della Rocca. E sinceramente sarei stato ben lieto di offrirglielo se solo non avessero cominciato a prendere ancora, e ancora di più..."

Disse alquanto interdetto. "Se solo ritrovassero la loro umiltà, sarei ben lieto di rinnovare loro l'offerta, essendo, come potrete ben immaginare, un enorme vantaggio per la stabilità della città. Rischi annessi e considerati chiaramente..." aggiunse lasciando sottinteso.

_________________
Mastro Èrandir: "Sono certo che troveremo un accordo vantaggioso per entrambi."


Io: "Quanto abuso di colori vedo sul forum"


25/01/2018, 1:12
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 28/04/2011, 15:18
Messaggi: 612
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
Cornelio annuì soddisfatto

<<Mi confermate che non siete affatto uno sprovveduto. Bene, ero preoccupato, i templari sono soliti fare in quel modo.
Tuttavia, come diarca e come consiglio Erandir, io eviterei qualunque genere di ambasciata qui, eccezion fatta per il territorio dei cacciatori.

Il motivo è presto detto: in un'ambasciata, non abbiamo autorità. Non possiamo perquisire, indagare o violare quei territori,
se qualcuno volesse nascondersi alla nostra giustizia, o sottraesse qualcosa a Osperdium, chiedere asilo ad una ambasciata potrebbe essere una facile via di fuga,
inoltre, se un'ambasciata dovesse subire un qualunque tipo di offesa, come un attacco di briganti, un furto o simili, la responsabilità
sarebbe anche nostra.

In definitiva, avere delle ambasciate è una pessima scelta sia tattica che politica, non possiamo gestirle.>>

Cornelio fece un piccolo cenno a Erandir come a invitarlo a passeggiare.

<<Conosco entrambi i templari che mi avete enunciato. Ida Mantobianco fa parte della compagnia originale di avventurieri che liberarono Osperdium, ella era ancora un cadetto ai tempi. Si è conquistata fin da subito la fiducia del Siniscalco della loggia, il "santo" .

Avete ragione quando dite che si tratta di una persona di buon cuore, e non solo, è spesso disposta a instaurare dialoghi e di mente aperta, almeno,
molto più aperta di quelli come ... loro. La sua grande debolezza è la poca autorità che ispira e l'ingenuità, d'altronde, chi vorrebbe essere guidato da
una ragazza appena divenuta donna? Se riuscisse ad acquisire più consapevolezza di se e prendersi appieno le sue responsabilità e quindi farsi rispettare,
sarebbe un ottimo e carismatico comandante. Ma non saprei dire se questo sarà un bene, anche se confido di si.

Fin dai primi tempi, da quando ho capito il vero volto dei templari, ho cercato di tenermela buona.
Con la sua posizione di comando qui, può essere un ottimo cuscinetto e strumento di dialogo con la Loggia, senza che questi proseguano
con le loro "missioni" molto più simili a invasioni. Già, non avete idea delle atrocità che i Templari della Loggia hanno commesso qui ...>>


Cornelio si silenziò un momento, fissando il vuoto per terra e scuotendo la testa

<< Ignoranza, forza bruta e arroganza, pessimo miscuglio sono quegli uomini di latta ... so che non dovrei generalizzare, ma credetemi,
i templari davvero buoni sono più unici che rari, per il resto non sono diversi come le tante compagnie di potere di Argesia, seguono solo i
propri interessi, e sono interessi di potere, non religiosi. Le persone come Ida sono solo vittime di quel sistema, come io lo sono stato con la Scuola di Sofia
e Morton con la Compagnia delle Spezie

Sono tutti corrotti. E sono tutti ipocriti.>>


Cornelio si fermò a guardare il fabbro negli occhi, dangogli una piccola pacca sul braccio

<< Erandir, cerchiamo di fare in modo che qui non accada lo stesso, cerchiamo di fare qualcosa di diverso.

Per carità , io non sarò certo uno stinco di santo, ma porco Magnus, non lo nascondo a nessuno.

<<ad ogni modo, su Anatoli non so molto, lo vidi tempo fa,
ed è con la compagnia di Mantobianco già da un po' e mi feci le vostre stesse impressioni, può darsi che stia tenendo d'occhio l'operato di Ida per conto della Loggia,
dovremmo tenerlo presente nei giorni a venire.

Per quanto riguarda i templari qui a Osperdium in generale dovremo osservarli, se vogliono collaborare hanno già abbastanza motivi per farlo:
mantenere viva la fede qui, cacciare l'abominio, salvare e ritrovare le reliquie sacre ad Osperdium, salvaguardare la Chiesa di San Reginaldo ... aiutare le genti indifese ...

tutte cose che un bravo templare farebbe, e che lo condurrebbe qui.
Non hanno bisogno di solleciti.
Se invece non è così, allora non possiamo servirci di loro e anzi ... può darsi che inizino a fare danni. Vedremo>>


concluse il Mercèr

_________________
Cornelio Mercèr, L'Arcanaspada
<<Conoscenza, forza e influenza, i tre aspetti della potenza>>


26/01/2018, 17:36
Profilo
Fenice
Fenice
Avatar utente

Iscritto il: 20/10/2016, 14:32
Messaggi: 118
Località: Noventa di Piave
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
Shei era ancora sulle mura del forte a controllare il limitare del boschetto quando vide una figura scura uscire di tutta fretta. Non fece a tempo a seguirla che Mastro Erandir spuntò al limitare del bosco accompagnato dall'Arcanaspada.
Rimase interdetto per un momento, ma si riprese subito e li raggiunse sulla strada:
- Mastro Erandir! - esclamò avvicinandosi, poi con voce più contenuta quando si trovo in prossimità dei due: - Mastro Erandir, state bene? - poi rivolgendosi a Cornelio: - Diarca Cornelio, non vi ho visto entrare, cosa ci facevate nel bosco? -
Entrambi avrebbero visto la preoccupazione mista a sospetto negli occhi di Shei mentre parlava con i due.

_________________
Shei "il Randagio" - "Reshi, ti proteggerò a costo della mia vita."

Ales Niall "dei Boschi" - "Non sono un combattente, ma farò quello che posso." - IN VIAGGIO


01/02/2018, 0:22
Profilo
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2017, 3:15
Messaggi: 155
Località: Padova
Messaggio Re: La quiete che uno cerca
"E mai fu mia intenzione conceder immunità a sconosciuti e non fedeli alla città ed alle sue istituzioni..."

Non voleva approfondire ulteriormente il discorso poiché era chiaro che entrambi avevano le stesse opinioni a riguardo. Ed era felice di averci visto giusto sulla luogotenente Mantobianco.

"Sapete Cornelio, stavo pensando di applicare notevoli cambiamenti alle leggi nei prossimi mesi, questi ultimi tempi sono stati difficili e mi hanno fatto riflettere su molte cose. Vorrei ridurre leggermente le tasse e revisionarle, oltre che a semplificare notevolmente il sistema, almeno temporaneamente."

"Inoltre, con un atto governativo di emergenza vorrei attuare il consiglio portatomi da Yorik, riguardante un addestramento di tutti i cittadini in grado di brandire armi, affinché non ci colgano impreparati nell'eventualità di un nuovo attacco."

Ci pensò un attimo e sospirò...

"Ci sarebbe poi un'ultima cosa... Vedete il prete dell'ordine maggiore, Padre Mercuzio, mi ha chiesto di aggiungere un emendamento per sottolineare la presenza del Culto della Fratellanza in questo luogo, e inoltre di..."

Il camminare proseguì tranquillo accompagnato dalle parole del Mastro, Quando Shei giunse verso di loro. Sentì sicuramente l'ultima parte del discorso prima che il Mastro si interruppe.

Il taverniere parlò preoccupato ai due uomini e una volta concluso il discorso, Erandir rispose:

"Va tutto bene Shei, apprezzo la tua premura. Io ed il qui presente Cornelio stiamo semplicemente parlando di politica, una quieta e bella giornata questa è, non trovate?"

Effettivamente il Mastro non vide il volto di chi lo avesse seguito precedentemente nel bosco, né si ricordò di leggere il biglietto nel celere succedersi degli eventi.

_________________
Mastro Èrandir: "Sono certo che troveremo un accordo vantaggioso per entrambi."


Io: "Quanto abuso di colori vedo sul forum"


01/02/2018, 15:13
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010