Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 18/02/2018, 1:34



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Dietro a quella porta 
Autore Messaggio
Fenice Adulta
Fenice Adulta
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2017, 3:15
Messaggi: 154
Località: Padova
Messaggio Dietro a quella porta
Il Diarca Èrandir aveva lavorato per tutta la giornata e stava finalmente rientrando a casa. Il suo portamento era elegante e misurato, mostrando una persona che sapeva, o era convinto di sapere, ciò che era meglio per la città.

...

Il sole era già tramontato quando chiuse la 'porta' dietro di sé.

Le spalle si afflosciarono e il portamento divenne quello di un uomo stanco e provato. Si tolse le scarpe e accese una candela che illuminò la stanza con una fioca luce.

Poi si diresse verso uno specchio parzialmente rotto e lo fissò per qualche secondo. Il suo volto era segnato da occhiaie e da rughe date dalla tensione che lo aveva afflitto negli ultimi giorni. Il suo sguardo era crucciato e pensieroso.

Si tolse la tunica e la camicia a fatica, il dolore, a compiere quei movimenti, si faceva sempre intenso. Si piegò poi e si tolse braghe e calzabraghe, rimanendo senza più un indumento.

La altalenante luce della fiammella mostrava le cicatrici ancora fresche sul corpo di quell'uomo. Egli si piegò e passò delicatamente la propria mano sinistra sopra di esse. Erano state ricucite da un uomo capace e il segno, almeno così gli aveva detto, sarebbe sparito quasi del tutto.

Ricordava come fu ferito mortalmente da quel sapiente di Craul in più punti del corpo, lasciandolo a dissanguarsi nel bosco...
Ricordava come fosse stato quasi sgozzato da un assassino che aveva provato a rapirlo e del pericoloso tentativo di Miguel di liberarlo.
La mano salì e arrivò sul suo fianco. Ricordava come Yorik lo avesse colpito con una lama che gli fece gelare il sangue mentre affondava in quel punto.

Ricordava, poco più in là, la ferita infertagli da quel traditore di Ludwig. Quella ferita, così gli han detto, avrebbe fatto molta fatica a rimarginarsi a causa della forma della lama che affondò sul suo petto.

Ma la ferita che ancora lo faceva soffrire fu quella che ci mise meno a rimarginarsi. Bianca, quella donna, si era fatto ingannare da lei e non avrebbe mai più permesso una cosa simile. Il suo giudizio è stato offuscato da i sentimenti che provava per cotale persona e per questo ha rischiato di morire.

Si mise una mano al petto.

"Mai più"

_________________
Mastro Èrandir: "Sono certo che troveremo un accordo vantaggioso per entrambi."


Io: "Quanto abuso di colori vedo sul forum"


30/11/2017, 12:58
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010