Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/01/2018, 4:10



Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 L' Alba 
Autore Messaggio
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2011, 18:33
Messaggi: 727
Località: La mitica e splendente CANEVA!
Messaggio L' Alba
Il TestadiMarmo stava ritto a fatica pur con la schiena poggiata alle mura e condividendo il peso con la propria ascia gigante ancora soffriva , non sfoggiava infatti la bellissima Susan come al solito ma solo lo spallaccio e qualche cinghia di cuoio duro come era il freddo a quell ora .
Spezzato sia dentro che fuori il capitano si trovava ora in una posizione difficile essendo capitano di se stesso , certo ora non c erano più i branzacchi , ma nemmeno chi svolgesse i compiti di guardia e ronda ...
"Se non fosse stato per lui probabilmente la città non avrebbe retto.."
Dolorante come mai era stato visto Rarek iniziò a passi sempre più piccoli , lento e meccanici a deambulare cercando il buon Cornelio per ringraziarlo ancora una volta e cercando anche il buon Erandir , per qualche chiacchiera tra diarchi.

_________________
Lo Sturalavandini.
Insieme i soldati erano come una lama dorata, che abbatte i nemici e sfregia l'oscurità .

Si ricordano :

Roy la Carpa amico del popolo...
Nicovante della Richinvelda ...grande mago...xD


22/11/2017, 10:21
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 28/04/2011, 15:18
Messaggi: 606
Località: Vittorio Veneto
Messaggio Re: L' Alba
Cercando e chiedendo in giro, Rarek venne a sapere che l'arcimago di Osperdium era andato al sestiere nord seguendo il nuovo barone assieme ai propri uomini.

_________________
Cornelio Mercèr, L'Arcanaspada
<<Conoscenza, forza e influenza, i tre aspetti della potenza>>


22/11/2017, 10:57
Profilo
Fenicioso
Fenicioso
Avatar utente

Iscritto il: 06/11/2016, 13:10
Messaggi: 22
Messaggio Re: L' Alba
Gavril era assorto nei sui pensieri mentre girava per osperdium alla ricerca del "Capitano della milizia" che il diarca Erandir aveva menzionato la sera prima.

Poco dopo notò una figura bardata di spallaccio e qualche cinghia di cuoio che lentamente camminava per le vie della cittadella assorta nei suoi pensieri e con uno sguardo lievemente afflitto, affianco a se aveva una grossa e lunga ascia.

Esso corrispondeva alla descrizione che il diarca Erandir gli aveva dato, così si avvicino,
<<Salve, è lei secondo diarca nonchè capo di milizia ?>>

Disse impugnando al suo fianco la sua lunga lancia rossa scarlatta

<<Mi Presento, mio nome è Gavrilo Brasov Kadar ex soldato di Volklav. Secondo assenso di diarca Erandir sarei felice di entrare in milizia di osperdium e proteggere cittadina e suoi abitanti.>>

Esordì facendo molto fieramente a petto in fuori il saluto militare di Volklav attendendo risposta dal lui.

_________________
Lucius Gasparre"Hey guardiano, mi hanno rimandato qui. Ti va di bere qualcosa assieme?"
Gavrilo Barasov Kadar Combattiamo assieme, Ridiamo assieme e fidiamoci l'uno dell altro perchè quando la guerra non guarda in faccia a nessuno.


22/11/2017, 11:55
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2011, 18:33
Messaggi: 727
Località: La mitica e splendente CANEVA!
Messaggio Re: L' Alba
Rendendo grazie a Magnus che gli aveva dato una scusa per smettere di camminare l'attenzione di Rarek si spostò sull'armato che gli si era parato davanti il quale si presentò con un nome strano ...Gavril se il capitano non avesse sentito male .

"- Ottimo saluto Gavril e buone maniere da soldato , ottimo.
Piacere Capitano Rarek TestadiMarmo , fedele servo del forte e diarca del Sestriere Centrale ...e così ti vuoi unire ai miei uomini ? Di solito ti farei fare un po' di gavetta ma diciamo che siamo a corto di personale e che avrai modo di farla sul campo ...anche se dai ad intendere di averne gia fatta ah ragazzo ? Per questa luna sarai il mio attendente con il grado di recluta , superato questo sarai miliziano e potrai aspirare a divenire un ufficiale ...ora il tuo primo ordine ragazzo ...
Aiuta il tuo capitano a camminare fino all'uffizio di Mastro Erandir -"
Finito di parlare Rarek abbandonó la fiera postura militare per co cedersi nuovamente ai dolori della propria schiena

_________________
Lo Sturalavandini.
Insieme i soldati erano come una lama dorata, che abbatte i nemici e sfregia l'oscurità .

Si ricordano :

Roy la Carpa amico del popolo...
Nicovante della Richinvelda ...grande mago...xD


22/11/2017, 12:11
Profilo
Fenicioso
Fenicioso
Avatar utente

Iscritto il: 06/11/2016, 13:10
Messaggi: 22
Messaggio Re: L' Alba
Gavril lo trovò un capitano dalle vesti alquanto bizzarre ma non poteva lasciarsi a certi pensieri davanti all'autorità che aveva davanti.

<<Ottimo saluto Gavril e buone maniere da soldato , ottimo.
Piacere Capitano Rarek TestadiMarmo , fedele servo del forte e diarca del Sestriere Centrale ...e così ti vuoi unire ai miei uomini ? Di solito ti farei fare un po' di gavetta ma diciamo che siamo a corto di personale e che avrai modo di farla sul campo ...anche se dai ad intendere di averne gia fatta ah ragazzo ?>>


<<Ho prestato servizio come giovane recluta sotto comando di Capitano Andrei a Volkav e assieme a lui ed i miei commilitoni ho combattuto guerra che ancora impervia ora contro Tarsis, sfortunatamente caddi da cavallo, persi i sensi e mi sveglia alla foce di fiume qui vicino. Dopo aver inviato lettera a mio capitano mi è stato concesso di restare qui ad Osperdium e prestare servizio nella vostra milizia.>> disse senza muovere un muscolo, restando in posizione di saluto.

<<Per questa luna sarai il mio attendente con il grado di recluta , superato questo sarai miliziano e potrai aspirare a divenire un ufficiale ...ora il tuo primo ordine ragazzo ...Aiuta il tuo capitano a camminare fino all'uffizio di Mastro Erandir>>

Gavril accettò senza esitazione, quella era la vita che aveva scelto e non ci sarebbe stato motivo per lui di non accettare tale proposta. Abbandonó la fiera postura militare
e si mise così a seguire il il capitano verso uffizio.
Mentre camminavano Gavril non poteva nascondere la sua curiosità
<<Capitano Rarek TestadiMarmo se mi posso permettere... mi sembrate un po rattristito potrei sapere cosa vi affligge?>>

_________________
Lucius Gasparre"Hey guardiano, mi hanno rimandato qui. Ti va di bere qualcosa assieme?"
Gavrilo Barasov Kadar Combattiamo assieme, Ridiamo assieme e fidiamoci l'uno dell altro perchè quando la guerra non guarda in faccia a nessuno.


22/11/2017, 12:46
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2011, 18:33
Messaggi: 727
Località: La mitica e splendente CANEVA!
Messaggio Re: L' Alba
Rarek si fece assistere dal ragazzo poggiandosi di tanto in tanto sulla sua spalla per sopportare i dolori .
Vedeva che il ragazzo fissava stranito le sue vesti ed in un primo momento non disse nulla fino a che non fu costretto a farlo dalla domanda della recluta la quale ebbe eco nella sua mente " Che cosa mi rende così triste ...?-"

Rarek rimase perso tra se ignorando il dolore ed i granelli che scorrevano , raccolto il filo d'Arianna lo afferrò forte come una corda da arrampicata riuscendo a fatica a riemergere dal caos della sua mente ma ancora senza una risposta , Gavril probabilmente iniziava a demordere ma proprio allora Rarek gli parlò :
"- Ciò che mi rattrista è che ora il mio nemico è in un luogo dove non lo posso tenere d'occhio , mi rattrista non sentire più il branco di lupi stringersi intorno a me , non ne sento più fiato caldo e qui ormai l'inverno si fa rigido ne il loro braccarmi mi riparavano dal vento . Mi sento esposto a nuovi nemici che nemmeno conosco ...malgrado mi senta molto più al sicuro senza questi cospiratori in giro .
Ho dovuto eseguire delle condanne a morte , fa parte del mio lavoro dopotutto sono un soldato e la morte è sempre al mio fianco ma non è come uccidere un uomo sul campo di battaglia ... Le loro volontà ora gravano sulla mia ...e anche se nessuno da loro voce ormai , il loro eco disturba il canto del mio cuore -" sputò pe parole a fatica il capitano guardando poi la recluta e pensando che questo nessuno era l'uomo che aveva voluto sbirciare nell'animo confuso del TestadiMarmo.

_________________
Lo Sturalavandini.
Insieme i soldati erano come una lama dorata, che abbatte i nemici e sfregia l'oscurità .

Si ricordano :

Roy la Carpa amico del popolo...
Nicovante della Richinvelda ...grande mago...xD


22/11/2017, 13:54
Profilo
Fenicioso
Fenicioso
Avatar utente

Iscritto il: 06/11/2016, 13:10
Messaggi: 22
Messaggio Re: L' Alba
<<Ciò che mi rattrista è che ora il mio nemico è in un luogo dove non lo posso tenere d'occhio , mi rattrista non sentire più il branco di lupi stringersi intorno a me , non ne sento più fiato caldo e qui ormai l'inverno si fa rigido ne il loro braccarmi mi riparavano dal vento . Mi sento esposto a nuovi nemici che nemmeno conosco ...malgrado mi senta molto più al sicuro senza questi cospiratori in giro .
Ho dovuto eseguire delle condanne a morte , fa parte del mio lavoro dopotutto sono un soldato e la morte è sempre al mio fianco ma non è come uccidere un uomo sul campo di battaglia ... Le loro volontà ora gravano sulla mia ...e anche se nessuno da loro voce ormai , il loro eco disturba il canto del mio cuore>>


Gavril si sentì un po in colpa per la domanda appena fatta non era sua intenzione rattristire ancora di più i pensieri del capitano... Provo quindi a consolarlo

<<Lo sa capitano, quando dissi a mio padre che avrei intrapreso strada di miliziano lui inizialmente fu molto fiero che io volessi seguire strada che lui fece a mia stessa età, poi però una scintilla di tristezza si accese su suo volto perchè lui sapeva già cosa voleva dire diventare soldato di Volklav. Mi abbracciò e mi disse di restare forte, anche quando compagni,amici o parenti ci abbandonano e di fronteggiare vita a testa alta soprattutto per nostri compagni che non ci sono più, di non portare mai rancori verso nemico che si ha davanti perchè spesso si è costretti ad andare in guerra e di non avere mai rimorsi per compagni lasciati indietro perchè loro vorrebbero che noi andassimo avanti...Queste parole ancora adesso mi aiutano a superare momenti più difficili di mia vita, momenti in cui non avrei forza per continuare>>

Gavril si interruppe subito capendo di aver parlato troppo...

<<Mi scusi Capitano Rarek TestaDiMarmo, mi sono preso troppe libertà non intendevo inpicciarmi dei suoi affari, chiedo ancora scusa>>

Guardo diritto e andò avanti a camminare senza proferire altra parola.

_________________
Lucius Gasparre"Hey guardiano, mi hanno rimandato qui. Ti va di bere qualcosa assieme?"
Gavrilo Barasov Kadar Combattiamo assieme, Ridiamo assieme e fidiamoci l'uno dell altro perchè quando la guerra non guarda in faccia a nessuno.


22/11/2017, 15:24
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2011, 18:33
Messaggi: 727
Località: La mitica e splendente CANEVA!
Messaggio Re: L' Alba
Gavril si interruppe subito capendo di aver parlato troppo...

<<Mi scusi Capitano Rarek TestaDiMarmo, mi sono preso troppe libertà non intendevo inpicciarmi dei suoi affari, chiedo ancora scusa>>

Rarek notò la consapevolezza sul volto del soldato la quale giunse solo dopo quello che voleva essere un consiglio gentile e ne sorrise "dolcemente" .

"- Gavril , stai al tuo posto , ci sarà tempo per queste chiacchiere a fine turno ...che per me non finisce mai , quindi sappi che solo quando avrò nuovamente in mano qualcosa di alcolico potremo riprendere .-"

un silenzio gelido calò tra i due che piano piano ormai avevano raggiunto la porta dell'altro Diarca , poco prima di bussare "-Grazie"- un "sibilo" spezzò quel greve silenzio.

_________________
Lo Sturalavandini.
Insieme i soldati erano come una lama dorata, che abbatte i nemici e sfregia l'oscurità .

Si ricordano :

Roy la Carpa amico del popolo...
Nicovante della Richinvelda ...grande mago...xD


22/11/2017, 18:22
Profilo
Fenice
Fenice
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2017, 3:15
Messaggi: 147
Località: Padova
Messaggio Re: L' Alba
Lungi dal chiamarsi casa, l'edificio mezzo diroccato nel quale Mastro Èrandir risiedeva era in primavera sede della triumvira Eve Foster Wilkinson. Con la sua scomparsa e l'arrivo delle empie creature che devastarono queste terre l'edificio fu sopravvissuto a stento.

Da quando il Mastro decise di sfruttarlo come dimora si potevano cogliere varie riparazioni il cui scopo era quello di proteggere, almeno parzialmente, l'interno dalla pioggia e fare in modo che il vento non potesse causare ulteriori crolli nel tutto.
Non poteva assolutamente chiamarsi abitazione, ma un luogo sicuramente più vivibile di una tenda, quello si.

La porta era una semplice tavola di legno appoggiata alla struttura, senza serratura ne chiavistello, e al bussare di Rarek si scostò leggermente.

Mastro Èrandir giunse poco dopo ad aprire. Una candela era accesa sulla scrivania e molte carte erano sparse sopra di essa.

Il volto del Diarca non era certo allegro, visti i recenti avvenimenti, d'altra parte fu sollevato dal vedere Rarek accompagnato da quel nuovo arrivato da Volklav così tetò un sorriso: "Buongiorno Rarek, cosa vi porta qui? Volete entrare oppure preferite farvi una camminata?" aprì meglio la porta e mostrò la situazione all'interno con una smorfia: "Non ho ancora avuto il tempo di ristrutturare l'edificio e mi vergogno un po' ad ospitarvi qui dentro come ben vedete..."

_________________
Mastro Èrandir: "Sono certo che troveremo un accordo vantaggioso per entrambi."


Io: "Quanto abuso di colori vedo sul forum"


22/11/2017, 20:07
Profilo
Spammer
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2011, 18:33
Messaggi: 727
Località: La mitica e splendente CANEVA!
Messaggio Re: L' Alba
All'idea di camminare ancora Rarek si sentí correre su e giù un brivido gelido di paura e futuro dolore ...
"- Salve Erandir , credo che se mi accordi una cadrega e un po' di quel vino che gia m'hai dato ieri la mia povera schiena te ne sarà grata .-"
Preso posto sulla sedia ( non senza difficoltà ed imprecazioni ) Rarek fece cenno all'attendente di poter restare all'interno e superati i vari convenevoli con il mastro finalmente il capitano svelò perché si trovasse qui:
"- Veniamo al dunque amico mio , ho un problema .
Devo vedere l'atto di matrimonio di Yorik e della dolce O'kaster e devo sapere se può essere invalidato, anzi sono sicuro che possiamo , devo solo sapere come -"
L'espressione di Rarek rimase severa dalla fine dei convenevoli in poi è sembrava gridare " non osare dirmi che non si può "

_________________
Lo Sturalavandini.
Insieme i soldati erano come una lama dorata, che abbatte i nemici e sfregia l'oscurità .

Si ricordano :

Roy la Carpa amico del popolo...
Nicovante della Richinvelda ...grande mago...xD


22/11/2017, 21:04
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010