Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/11/2017, 16:31



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Cronache dell'aprile 1516 
Autore Messaggio
Staffoso
Avatar utente

Iscritto il: 06/08/2014, 10:49
Messaggi: 67
Località: Reana del Rojale UD
Messaggio Cronache dell'aprile 1516
Cronache dell'aprile 1516

Il 24 di quel mese gli avventurieri del sestiere centrale di Osperdium attaccarono le ultime forze di oscure presenze concentrate in città, e riuscirono a sconfiggerle o disperderle, liberandosi forse definitivamente di quell'insidioso tormento, o almeno così credevano. Quello stesso giorno, il templare Crisanto da Montague, dopo un braccio di ferro con la principessa Aidha Sharifa, che infine gli concesse di portare in battaglia i suoi mercenari, guidò gli avventurieri giù nella città sotterranea, dove questi riuscirono a recuperare il Miracoloso Tabernacolo di Osperdium, individuato il mese precedente grazie ad un intervento dei ritualisti della Loggia della Fenice, grazie ad un frammento che ne era stato ritrovato. Anche l'ampolla del tabernacolo fu infine ritrovata, ed il tutto fu portato in salvo nella Rocca, dove c'era l'intenzione di porre una cappella dedicata a San Reginaldo.
Nel mentre fratello Jean My dell'Ordine Minore andò a rimettere in sesto il Tempietto di Magnus fuori le mura, facendo una scoperta interessante. Spazzando infatti il pavimento del luogo venne trovata una scritta sottoposta in tempi antichi ad una parziale damnatio memoriae, che aveva tutto l'aspetto di essere il coperchio di una tomba. Rimosso questo, la cavità risultò essere vuota, ma un piccolo cartiglio al suo interno, recante alcuni versi ed uno strano simbolo (forse identificabile con la Nera Confraternita) indirizzò gli avventurieri verso il Torrioncello Tiliano, in direzione del quale trovarono un'Arpia ed un Ghoul. Sconfitti questi, riuscirono ad entrare in possesso di uno strano pezzo di ceramica decorato in oro.
Successivamente gli avventurieri andarono, per ordine del Rettore Colanero, a recuperare la trascrizione di un'antica tavola di leggi, che permise ai sapienti di Osperdium di compilare un abbecedario per la comparazione delle lettere antiche con quelle contemporanee: un traguardo della massima importanza per il futuro.
Nel pomeriggio giunsero alla Rocca alcuni membri della Banda degli Spaccapietre, che volevano estorcere dagli avventurieri dell'oro o delle vergini, ma furono barbaramente trucidati una volta entrati nella Rocca, non senza aver tuttavia fatto dei danni.
Giunse inoltre l'inquisitore Gerolamo da Vito, accompagnato da un grande corteo di armati e da un boia, per epurare l'aspirante templare Maxon dal demone Gaal, che si era impossessato del suo corpo, e per indagare sui gravosi accadimenti del mese precedente. Questi raccolse una modica decima dagli avventurieri, come compenso per il proprio operato, e svolse il proprio compito egregiamente, liberando il contaminato Maxon, salvo poi togliergli la vita per precauzione.
Nel frattempo giunse in città un vecchio frate vagabondo con degli speroni dorati, Padre Joren, detto Fimo, raccontando agli avventurieri di essere stato malmenato poco prima da alcuni zotici giunti in città, tanto da essere bisognoso di cure, cibo e bevande. Questi consegnò agli avventurieri un quadrato magico che avrebbe consentito di ottenere un perfetto allineamento degli astri, convogliando a piacimento del lettore della formula un raggio della più pura luce di Magnus su di un solo bersaglio. Così avvenne, infatti. Nella notte iniziarono a manifestarsi segni di sangue recanti il numero 52, identificante il demone Duca Alloces, esperto di astronomia. Questi giunse sulla dimensione terrena grazie alla riapertura del portale demoniaco nella Città Sotterranea, poiché alcuni ignoti rimossero quel giorno i Sigilli di San Maud, ricercati in seguito a lungo.
Il demone fu infine sconfitto, dopo uno scontro acceso, in cui non venne scalfito da alcuna arma, nemmeno se benedetta dalla luce di Magnus. Fu infine sconfitto soltanto fulminandolo con il raggio di luce ottenuto grazie al quadrato magico e rispondendo ad alcune sue domande di astronomia.
Fu così che si concluse la Notte delle Lacrime, con molti caduti da parte degli avventurieri di Osperdium.

_________________
Narratore

PNG:
Constant Morton, Avventuriero e cartografo
Crisanto da Montague, Siniscalco della Loggia
Canizio Bonalena, Rettore della Scuola di Sofia (sigh)
Padre Joren, dell'Ordine Minore o dei Secolari
Sten'ka Pushkin del Qudaidin'koz, Pubblicano di Volklav


04/05/2016, 11:34
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010